Skip to content

i-Asperger - the bilingual Blog Posts

Pausa Estiva / Summer Break

Click for English E anche quest’anno, con molta fatica e molto lentamente, è arrivato il momento di prendere una pausa che, nel mio caso, durerà fino al 31 Agosto (giorno del prossimo post). Fino a qui il 2020 ha fatto abbastanza schifo e temo che da Settembre non andrà molto meglio, ma staremo a vedere. Entro fine anno pubblicherò una nuova versione del mio libro, sempre gratis, che metterò in free download come sempre. Sarà un’unione tra il libro precedente e tutti i post del Blog dalla sua nascita fino alla fine di Novembre 2020. Sto anche pensando di aprire un profilo Instagram in cui pubblicare le foto dei viaggi…

Il mio manifesto / My manifesto

Click for English Io mi chiamo Andrea e a Settembre compirò 49. Ho una fidanzata, stiamo insieme da 5 anni e viviamo insieme da 4. Ho un lavoro, guido la macchina, non ho figli e sono autistico. Sindrome di Asperger recita la mia diagnosi, che ho ricevuto 5 anni fa dopo aver passato la mia vita a farmi domande sul mio modo di essere. Non me ne frega niente delle parole che usate quando parlate di me. Potete dire che sono affetto da Sindrome di Asperger, che sono affetto da autismo, che ho l’autismo o che l’autismo è una malattia…a livello personale non mi interessa nulla delle parole che usate;…

Limiti / Thresholds

Click for English Qualche settimana fa ho scritto un post sull’utilizzo dell’autismo per far ridere. Da questo post è nata una riflessione che mi ha portato a voler scrivere una serie di post legata ai limiti, sempre che ne esistano, relativi ad argomenti sui quali si possa o meno scherzare. George Carlin, un maestro della stand-up comedy americana, in un suo video sostiene che si possa scherzare su tutto, e che è tutta una questione di contesto ed esagerazione. Pur essendo un video vecchio, in cui si parla di stupro esagerando la situazione, sono d’accordo con le parole di Carlin. Dall’altra parte, però, oggi la censura non consente di utilizzare…

Identità (parte due) / Identity(part two)

Click for English Riprendo questo racconto da dove finisce il post precedente. Dopo la prima pomiciata/limonata o chiamatela come volete io e Orietta stiamo insieme per un po’. Un giorno una sua amica, usando una tecnica che scopro chiamarsi “del postino”, viene da me e mi dice che “Orietta non vuole più stare con me”. Io le rispondo, abbastanza disinteressato: “Ok!” e lei mi dice: “E ci tiene a farti sapere che ti lascia perché non vuole prenderti in giro!”. Alt! Questo mi interessa, perché non lo capisco e, visto che non lo capisco, esigo una spiegazione…anche perché Orietta è ferma in fondo alla via ad aspettare la sua amica.…

Identità (parte uno) / Identity(part one)

Click for English Il mio primissimo contatto “fisico” con un essere umano di sesso opposto al mio è avvenuto nel 1978. Avevo 7 anni e andavo a scuola dalle suore della consolata. Questa bambina doveva pensare che fossi particolarmente bello perché, in mezzo a compagni di classe/scuola decisamente più aitanti, aveva scelto proprio me. Ci tengo a precisare che a 7 anni avevo più capelli che chili ed ero bianco come l’albume di un uovo sodo. L’essere nato con gli occhi verdi probabilmente ha sempre fatto sì che, soprattutto in giovane età, avessi un certo riscontro positivo. Gli occhi verdi sono sempre stati la mia “leva” e, in quanto parte…

Sally and Ann

Ho tradotto il breve “articolo” che trovate in questo post. È tratto dal libro Asperger Syndrome: A Practical Guide for Teachers, Second Edition di Val Cumine. Mi è sembrato interessante perché con un esercizio/test riesce a spiegare, in modo semplice, uno dei tanti funzionamenti “diversi” della mente Asperger. Spero lo troverete interessante. “Un’abilità che tutti noi sembriamo avere, che è così comune da essere sfuggita a un’indagine specifica fino a tempi relativamente recenti, è la capacità di pensare al pensiero di altre persone e, inoltre, di pensare a ciò che pensano del nostro pensiero e, ancor più, di pensare a cosa pensano che pensiamo del loro modo di pensare, e…

Chi sono io? / Who am I?

Click for English Leggo spesso vari post nei quali si affronta il tema della diagnosi in età adulta paragonata a quella che avviene in giovane età. Tralasciando gli auto diagnosticati che nella mia equazione non esistono, esattamente come i diagnosticati postumi di cui avrò modo di scrivere in un altro post, tra tutte le persone nelle quali mi sono “imbattuto” fino ad oggi, sono quello che è stato diagnosticato in età più avanzata, fatta la tara a Nicoletti. In questi giorni ho pensato molto al fatto di aver ricevuto la mia diagnosi a 43 anni, e mi sono domandato chi io sia veramente. Ho vissuto 43 anni seguendo il flusso,…

sesso e regole sociali / sex and social rules

Click for English Le regole sociali che regolano il sesso sono notoriamente complicate, spesso contraddittorie e soggette all’umore ma anche a un dibattito interno ad ognuno di noi. Non farò un elenco completo delle regole sociali e del sesso. Questo perché sarebbe troppo definitivo e desidero mantenere questo aspetto generale e non soggettivo. Tuttavia, le seguenti regole sono generali e un buon punto di partenza. Per ulteriori risposte, sarebbe meglio chiedere consiglio ad amici fidati a seconda delle circostanze. ● Molte donne e uomini associano il sesso più alle emozioni che a un atto puramente fisico. Assicurati che tu e il tuo partner siate sufficientemente coinvolti emotivamente e fisicamente in…

Lie to me

Click for English Nella serie Tv Lie To Me, il protagonista Cal Lightman (Tim Robbins) dice alla figlia che il suo modo di fare serve a far uscire la parte peggiore delle persone, perché le persone sono vere solo quando sono incazzate. Ancora prima di ascoltare le parole del personaggio ho sempre sostenuto che ci sia molta più verità in un insulto che in un complimento. Potrebbe anche non essere vero, però se faccio una media basata sulla mia vita potrei dire di non aver sbagliato, almeno non completamente. Il mio atteggiamento provocatorio, il mio modo di parlare polemico e cinico, il mio essere diretto e sincero, hanno fatto parte…

la mia esperienza / my experience

Click for English L’esperienza raccontata in questo post troverà sicuramente più riscontro e comprensione in coloro che leggono dall’Italia piuttosto che dai lettori stranieri. Vi voglio raccontare la mia esperienza con il “mondo” dell’autismo e della Sindrome di Asperger on-line. Questo Blog è stato aperto a Febbraio di quest’anno come estensione del mio libro. Ed è proprio dal libro che voglio partire. Ho iniziato a pensare di scriverlo dal giorno in cui ho ricevuto la mia diagnosi. L’ho scritto, l’ho letto, riletto, fatto leggere e ho deciso di stamparlo a mie spese, sia in Italiano che in Inglese. Ho pagato la stampa, ho pagato la rilegatura e sono andato a…