Skip to content

Cose che non vuoi sentire / Things you do not want to hear

Tempo di lettura / Reading Time 5 min.

Click for English

Se penso ai post(s) che mi capita di leggere sull’argomento Sindrome di Asperger e autismo, mi rendo conto che in media ce ne sono tantissimi che presentano elenchi di frasi, domande, parole, espressioni che le persone con Sindrome di Asperger e autistiche detestano sentir dire.
Per questo motivo ho deciso di fare un elenco, in ordine sparso, di quelle che danno fastidio a me e che, davvero, non riesco più ad ascoltare (sostituisco, per comodità, la parola Asperger con la parola autistico):

– ma figurati se sei autistico! Tu?
– in fondo siamo tutti strani
– certo, hai le tue stranezze, ma sicuramente non sei autistico
– vabbé, ma sarà un momento
– ora che mi hai spiegato che cosa significhi forse lo sono anche io
– secondo me anche io ho un po’ di autismo
– pensa, ho un amico che è proprio come te
– mi piacerebbe vederti in un gruppo di autistici come te, sarebbe divertente
– dai! mi racconti qualche tuo momento autistico di quelli che fanno ridere?
– ti conosco da così tanti anni che se fossi autistico me ne sarei accorto
– sai contare le carte quando giochi?
– quando corri mi fai troppo ridere
– sono autistico. Ah sì, lo avevi scritto una volta…e vabbé!
– sono autistico. Ma dai? Pensa che anche io è un periodo che ho costantemente l’emicrania
– tu non sei autistico, perché sei empatico. Quando ho avuto bisogno c’eri.
– autistico tu? allora lo siamo tutti.
– adesso che so che sei autistico come ti devo trattare?
– non sei autistico! Gli autistici non guardano negli occhi.
– da vicino nessuno è normale (giuro che me l’ha detta un medico)
– si figuri! Autismo, Asperger…sono tutte balle! (sempre un medico)
– sei autistico? qual’è il tuo super potere?
– e comunque l’autismo non è una malattia (su questo scriverò un post)
– vabbé dai, la medicina fa progressi ogni giorno, non preoccuparti
– posso dirlo ai miei amici che ho un amico autistico?
– ho parlato di te con i miei amici e vorrebbero conoscerti così gli racconti un po’ di aneddoti
– avevo proprio voglia di rivedere il mio amico Asperger
– secondo me il protagonista di quel telefilm è un po’ autistico
– certe volte vorrei essere come te: uno a cui non frega un cazzo di niente
– beato te che sei autistico e che certe cose di sentimenti ed emozioni non le capisci
– vabbé ma per te la quarantena per il Covid-19 non è un problema: meno esci e meglio stai
– ma quel bambino ha una sordità di tipo autistico? (no, di tipo che non sente un cazzo)

Mi fermo qui per non degenerare in un’ignoranza che raggiungerebbe livelli di bassezza incredibile.
Ho sempre pensato che se qualcuno mi parla di qualcosa che non conosco posso avere due reazioni diverse e opposte.

Reazione intelligente:

– faccio domande
– mi informo
– cerco di parlarne
– cerco di capire se questa condizione crea nella persona un qualche disagio o sofferenza

Reazione idiota:

– faccio battute
– sminuisco
– esprimo opinioni senza saperne nulla
– faccio domande ignoranti

Fino ad oggi non ho reagito male, ma non escludo che prossimamente questo mio atteggiamento paziente possa trasformarsi, permettendomi di nuclearizzare qualcuno.



If I think of the post (s) that I happen to read on the topic of Asperger’s Syndrome and autism, I realize that on average there are many who present lists of sentences, questions, words, expressions that people with Asperger’s Syndrome and autistic people hate hearing.
For this reason I decided to make a list, in random order, of those that annoy me and that, really, I can no longer listen to (for convenience, I replaced the word Asperger with the word autistic):

– who is autistic autistic? You?
– basically we are all weird
– sure, you have your quirks, but surely you are not autistic
– oh well, but it is just a moment
– now that you have explained to me what it means, maybe I am too
– in my opinion I also have some autism
– guess whay, I have a friend who is just like you
– I’d like to see you in an autistic group, it would be fun
– come on! Can you tell me some of your autistic moments that make me laugh?
– I have known you for so many years that if you were autistic I would have noticed
– can you count the cards when you play?
– when you run you make me laugh so much
– I am autistic. Ah yes, you wrote it once … oh well!
– I am autistic. Really? Do you think that I too constantly have migraines
– you are not autistic, because you are empathetic. When I needed you were there.
– autistic you? then we all are.
– now that I know you are autistic how should I treat you?
– you are not autistic! Autistic people don’t look into the eyes.
– no one is normal up close (I swear a doctor told me)
– imagine! Autism, Asperger … are all jokes! (another doctor)
– are you autistic? what is your super power?
– and in any case autism is not a disease (on this I will write a post)
– oh well come on, medicine makes progress every day, don’t worry
– can I tell my friends that I have an autistic friend?
– I talked about you with my friends and they would like to know you can tell them a little anecdotes
– I really want to see my friend Asperger again
– in my opinion the protagonist of that show is a bit autistic
– Sometimes I want to be like you: someone who doesn’t give a shit about anything
– blessed are you who are autistic and that you don’t understand certain things about feelings and emotions
– oh well but for you the quarantine for Covid-19 is not a problem: the less you go out the better you feel
– but does that child have autistic deafness? (no, the kind that he doesn’t hear a shit)

I stop here not to degenerate into ignorance that would reach levels of incredible deepness.
I always thought that if someone talks to me about something I don’t know, I can have two different and opposite reactions.

Intelligent reaction:

– I’ll ask questions
– I’ll get infos
– I try to talk about it
– I try to understand if this condition creates some discomfort or suffering in the person

Idiot reaction:

– I make jokes
– I diminish
– I express opinions without knowing anything
– I ask ignorant questions

To date, I have not reacted badly, but I do not exclude that this patient attitude of mine will soon be transformed, allowing me to nuclearise someone.

Published inB.L.O.G.