Skip to content

Month: November 2020

Music

La fantomatica comunità autistica, che come abbiamo imparato esiste solo nelle teste di chi crede di farne parte, è insorta ultimamente nei confronti di un film dal titolo Music. In questo film una donna appena uscita dal rehab si trova a dover prendersi cura della sorella autistica. Il motivo di tanto clamore è dovuto al fatto che ad interpretare la sorella autistica, chi ha prodotto il film, sempre secondo la fantomatica comunità autistica, avrebbe dovuto scritturare una persona autistica. Mi fermerei qui, perché chi ha un minimo di cervello avrebbe già un numero sufficiente di elementi per giudicare l’assurdità di quanto descritto…ma vado avanti perché ne ho troppe da scrivere.…

stare insieme / being together

Avere una relazione non è mai una cosa semplice, ma avere una relazione con me credo sia, soprattutto per l’altra persone, piuttsto impegnativo. Una volta la fidanzata di un mio amico ha detto “Stare con te dovrebbe essere molto più semplice di quando non sia stare con un Neurotipico”. Sulla carta, he significa in teoria, dovrebbe essere così, ma in pratica pare non esserlo. Eppure io, anche pre-diagnosi, non ho mai fatto nulla per nascondermi o essere diverso. I prodromi del “Questo qui è un casino!” ci sono sempre, dalla prima volta. Avete presente quando uscite per la prima volta con qualcuno e di solito il dialogo è fatto di…

kanye west e howard stern

Il 31 Maggio 2019 David Letterman ha intervistato Kanye West durante una puntata del suo programma “My next guest needs no introduction”, su Netflix. Kanye West, 43 anni, è un rapper, cantante e produttore noto anche per essere il marito di Kim Kardashian. Nel 2018 Kanye West ha dichiarato di essere bipolare. Non ha detto di essere stato diagnosticato, ma considerando di chi stiamo parlando e dell’accesso alle risorse che può avere, diventa difficile dubitare che si sia diagnosticato da solo. Al momento dell’intervista con Letterman, West era venuto a conoscenza del suo disturbo da 8 mesi e durante la conversazione dice qualcosa come: “Sono solo 8 mesi che lo…

e ci risiamo / here we go again

Ieri sera mi è stato segnalato un post su Instagram nel quale la scrivente, dichiarata “autism advocate”, affrontava, per l’ennesima volta, il tema ripetutamente dibattuto sulla responsabilità diretta di Asperger per la morte di bambini non giudicati “idonei” dal regime Nazista. Il post iniziava dicendo che “E’ ormai certo che Asperger ecc. ecc.”. Visto che, come ho scritto in precedenza in un altro post, ho letto quanto disponibile sulla vita e le opere di Hans Asperger, compresa una recente tesi pubblicata gratuitamente online, mi sono permesso di chiedere quali fossero le fonti da cui aveva tratto le informazioni che rendevano, in maniera certa, Asperger responsabile in maniera diretta. La prima…